giovedì 26 febbraio 2015

Dizionario Tolkieniano: Mandos

          Il dizionario Tolkieniano riprende da Mandos!!!!!
          Buona lettura a tutti!


namo3_by_kimberly80 on Deviantart

Ora, avvenne che i Valar tennero concilio perché erano preoccupati delle notizie che Yavanna e Oromë avevano portato dalle Terre Esterne; e Yavanna prese la parola al cospetto dei Valar, e disse: «Possenti di Arda, la Visione di Ilùvatar è stata breve e ben presto cancellata, sicché forse non possiamo indovinare con sufficiente esattezza il momento prestabilito. Ma di questo siate certi, che esso s’avvicina, ed entro quest’era la nostra speranza sarà manifesta, e i Figli si desteranno. Lasceremo dunque desolate e in preda al male le contrade dove dimoreranno? Dovranno essi aggirarsi nel buio mentre noi abbiamo luce? Chiameranno signore Melkor mentre Manwë troneggia su Taniquetil?».E Tulkas gridò: «No! Scendiamo subito in guerra! Non è forse da un pezzo che ci riposiamo dalla contesa, e le nostre forze non sono forse ormai rinnovate? Possibile che uno solo ci tenga testa in eterno?».Ma, al cenno di Manwë, parlò Mandos e disse: «In quest’era invero i Figli di Ilùvatar verranno, ma non è ancora il momento. Inoltre, è destino che i Primogeniti giungano nella tenebra, e innanzitutto vedano le stelle. Grande luce ci sarà al loro declino. E sempre nel momento del bisogno invocheranno Varda».





immagine presa da http://imgarcade.com/1/mandos-tolkien/





Mandos o Namo è il " custode delle Case dei Morti",colui che non scorda niente; colui che  conosce tutte le cose che fanno parte del futuro di Arda , ad eccezione per quelle che ancora stanno del libero arbitrio di Iluvatar.

Námo preferiva chiamarsi Mandos in onore delle Aule di Mandos (o Aule d'Attesa), da lui governate, dove gli spiriti degli Elfi vagavano dopo essere stati uccisi (un tema ripreso dal nordico Valhalla), in attesa di rinascere.
Agli  Uomini toccava un'altra sorte, infatti i loro spiriti  soggiornavano per poco in queste aule per poi andare oltre Eä, anche i Nani si recavano lì prima di reincarnarsi nei loro discendenti.
Egli è incaricato al Destino dei Valar ; ma pronuncia le sue sentenze e i suoi giudizi soltanto al comando di Manwe. 
La sua sposa è Vairë la tessitrice, mentre è fratello di Irmo e Nienna.
Fu proprio Mandos a maledire i Noldor che lasciarono Valinor e consigliò loro di non tornare...le sue Sorti non sono crudeli ma semplice volontà di Eru. 
Mandos di Ted Nasmith

immagine presa da Tumblr


Ci sono state un paio di occasioni in cui Mandos venne mosso a pietà: quando Lúthien cantò del dolore che lei e il suo amore Beren provarono nel Beleriand. Così, con l'assenso del Re Antico, li lasciò andare. All'inizio non accettò nemmeno la venuta di Earendil ed Elwing,  a Valinor, ma poi si convinse, grazie ad Ulmo e Manwe, ad aiutare i Noldor e gli Edain.
Due furono le profezie di Mandos: la Sorte dei Noldor è la prima Profezia del Valar e concerne le pene e le sofferenze che avrebbero subito di lì in poi; la  Seconda Profezia di Mandos invece riguarda  la Fine del Mondo, quì descrisse l'Ultima Battaglia, Dagor Dagorathla Battaglia delle Battaglie.

"Lacrime innumerevoli voi verserete; e i Valar fortificheranno Valinor contro di voi e ve ne escluderanno, sì che neppure l’eco del vostro lamento varcherà le montagne. Sulla Casa di Fëanor, l’ira dei Valar piomberà da Occidente fino all’ Oriente estremo, ed essa sarà anche su tutti coloro che ne seguiranno i membri. Il loro Giuramento li impellerà, e tuttavia li tradirà, per sempre privandoli di quei tesori che hanno giurato di perseguire. A un’infausta fine volgeranno tutte le cose che essi ben cominciano; e questo accadrà per il tradimento dell’una stirpe verso l’altra, e per la paura di tradimento. Gli Spodestati, essi saranno per sempre"
           (La sorte dei Noldor ....Il Silmarillion )



Mandos si pone, all'interno del meccanismo narrativo, come un personaggio in cui sono rinvenibili caratteristiche correlabili alle cosiddette figure escatologiche. 

Escatologia deriva dal greco eschatos e indica la fine delle vicende dell'umanità: è il repertorio specifico nel quale hanno trovato un fertile humus molteplici interpretazioni sulla fine dei tempi. 

Curiosità su Mandos:



  • Il primo nome di Mandos è Vefàntur ed è il Signore della Morte;
  • La sala dove egli siede sul suo trono si chiama Ve, ed è uno scuro salone illuminato debolmente da un pezzo della lampada argentea dei Valar, posto in un braciere al centro della sala;


  • halls_of_mandos_by_rekyrem on Deviantart


    Spero che l'articolo sia stato interessante e che vi abbia fatto compagnia!!!!

    un bacione a tutti e alla prossima!

    2 commenti:

    1. Molto bello...hai dato una buona descrizione e sopratutto hai reso limpida l'immagine del personaggio, forse uno dei più "misteriosi" in Arda!

      RispondiElimina
      Risposte
      1. ti ringrazio davvero!!!!!! spero che continuerai a leggermi!

        Elimina